Versace for H&M

Questo non è un articolo qualunque; questo articolo non osanna il connubio grandi firme e low cost, queste quattro righe non saranno dedicate alla bellezza dei capi di abbigliamento firmati da grandi stilisti per i brand da common people. Per quanto io ami H&M (grandi acquisti per il mio compleanno, vi aggiornerò), mi rendo conto della fattezza ignobile dei materiali utilizzati, nonostante molti sono i capi di abbigliamento H&M che no nei cassetti da anni e che sono ancora intatti (merito della mia attenzione, son sicura) e mi sorge quindi spontanea una domanda: vale la pena spendere 200 euro per un capo firmato Versace for H&M?

Mi spiego meglio, traduco il tutto perchè il sarcasmo passa poco tra le righe scritte…

Vale la pena fare ore e ore di fila, pigiate come sardine, stipate in una situazione di euforia, rabbia, seccatura, gelosia, violenza del ora-te-lo-faccio-vedere-io-che-significa-provare-a-soprassarmi? Il tutto per avere un braccialetto che ti ordina di provarti solo un certo numero di capi e in tempi ristretti (se non erro 15 minuti)?  Vale la pena tutto questo per comprare un vestito da 200 euro, con stoffa made in China, disegnato da uno stagista sfruttato e non pagato, firmato dalla Donatella, prodotto da qualche poraccio non pagato?

Ok, tutta la moda gira intorno a sfruttamento del lavoro in nero o del lavoro minorile, tutto il mondo si basa sugli stagisti (e per il lavoro che fa e i rospi che ingoia, lo stagista medio dovrebbe sempre e comunque ricevere uno stipendo di minimo 2000 euro), ma acquistare un CAPO DI H&M E PAGARLO 200 EURO SOLO PER LA SCRITTINA VERSACE, ha un che di disgraziato.

Personalmente, questa linea non mi piace affatto, si salvano forse solo due capi. Per il resto, non si salva nessuno. Si, lo sappiamo che Versace non è mai stato sinonimo di sobrietà e versatilità, anzi… un po’ come Cavalli, questa linea di moda è eccentrica, frizzante e dai colori e materiali sgargianti e preziosi; ma ciò non toglie che Versace, come Lanvin <3 H&M, hanno tirato fuori dei fondi di magazzino tra i bozzetti del peggior stagista (che siano di Allegra?) della storia.

60 euro
150 euro, e una lampada da comodino è più elegante
180 euro

130 euro
130 euro
200 euro

Gli unici che si salvano, a mio modestissimo parere, sono loro da 130 euro e non troppo diversi dai classici H&M con bustino, reggiseno e gonna ampia ascellare, in vendita come collezione perenne (li trovate uguali sia in estate che in inverno).

More about Melly

8 thoughts on “Versace for H&M

  1. marymakeup

    io la trovo una cosa allucinante, ho anche scritto un post piuttosto colorito su face book anche se per ragioni in poì diverse, resta il fatto che sono pienamente d’accordo con te…

    Rispondi

    1. M.Elly

      bene, almeno non mi sento sola in tutto questo!! Lol

      Rispondi

  2. francesca

    concordo pienissimamente!!!e purtroppo la stessa scadente qualità ad alti prezzi ormai è un affare consolidato, che ribrezzo che mi fanno queste cose!!!!!
    poco tempo fa ho visto un abito monostrato (neanche foderato) in poliestere taglio laser….senza niente su, classico tubino…ok, costava in saldo 600 euro!!!!!ma siamo mica matti!!!al negozio versace invece una gonna in plastica trasparente, giuro, tipo la plastica degli ombrelli colorati trasparenti….a 300 euro scontata…cioè, PLASTICA!!!!!!!

    Rispondi

    1. M.Elly

      purtroppo in quel caso, paghi la marca… ti fanno passare quella plastica come una cosa innovativa e ottima. E’ il marketing e chi sa vendere in queste condizioni, è un genio. Così come sono dei geni gli addetti al marketing di H&M, fare collaborazioni del genere una volta all’anno porta un fatturato immenso ad un’azienda internazionale che già di per se non va in rosso. Per quanto mi riguarda, metà del mio guardaroba è di H&M e altre marche low cost, e l’altra metà è fatta di abiti confezionati a mano o firmati. Ti dico che a qualità, tra il low cost e il brand serio siamo li: ho un abitino in lana delizioso di CK nero, semplice, mi sta da 10, peccato che ha fatto i pallini il secondo giorno che lo indossavo; i golfini di Zara o H&M se tenuti bene resistono. Certo, non ci vado a comprare il coltrone di lana o il piumino, però alcune cose, nel loro costar poco, possono risultare affidabili (il che non implica di buona fattura o di ottim qualità). Tanto è tutto made in China, Taiwan o Bangladesh, è tutto della stessa famiglia…

      Rispondi

      1. francesca

        concordo in pieno!!!

        Rispondi

  3. jesslan

    Come ho detto in molti altri post (avete fatto più o meno tutte il posto su Versace per H&M), io qualche capo lo salvo, ma non butterei mai una giornata per fare la coda e sopratttutto i prezzi sono troppo alti…sarà anche firmato Versace, ma parliamo pur sempre di H&M!

    Rispondi

    1. M.Elly

      a me piacciono solo gli ultimi due, ma non mi sembrano nulla di che. Per il resto la pensiamo uguale.. alla fine scannarsi per fare una coda è assurdo. Così come è aasurdo piantonare il centro commerciale I Gigli di Firenze per aspettare l’arrivo dell’IPhone 4 g.

      Rispondi

  4. momoilgomitolo

    Ho visto di persona alcuni capi: ragazzi sembrano usciti da un catalogo di abiti “Clubwear”…I colori sono molto spenti, e i tessuti hanno le palline solo a stare sui manichini! ;S

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *