Scarpe 2016…mi piace!

Repetto
Tendenzialmente, vado contro tendenza.
Ossia: ogni anno trovo il modo di lamentarmi della moda del momento.
E’ che, veramente, spesso ci propinano cose assurde e folli, talmente oggettivamente brutte, che vederle indossate è un colpo al cuore che si tramuta in un grosso “perchè?”.
-Perchè i cropped pants in inverno?
-Perchè i cropped pants?
-Il lurex del 2000 che ancora mi ricordo quel vestito color topo a festa che avevo il 31 dicembre 1999. Con calze lurexate. Con i brillantini in testa.
-La ciniglia. Ok, passi il velluto, dato che la storia del costume ci ha insegnato che vanta secoli di passione, che ha vestito principesse e regine e che è così elegante e solenne che tutte noi potremmo sembrare chic con un bell’abito vellutato, per la ciniglia non c’è perdono.
-Nel 1998 lottavo con mia mamma per indossare un golfino in ciniglia marrone per andare a scuola. Perchè quello era un maglioncino buono. Infatti lo rifinii sui gomiti così tanto, che Madreh mi regalò un completo in velluto: pantaloni e maglia/giacchino con bottone unico a brillante. Sotto? Ovviamente una tee in lurex grigia che, oh, averla oggi…
Nota dolente per il tulle: lo amo da che io ho ricordi, e quest’anno me lo ritrovo ovunque. Prima tutte a prendermi in giro per Elena Passione Tulle, ora tutte prese dalle gonne a streghe o a fatina. Un po’ come far diventare cool qualcosa che prima era proibito: poi diventa noioso e perde di interesse.
Ma qualcosa di buono la moda di questa stagione l’ha proposto.
Ad esempio le stringate. Sono un’ottima alternativa al biker che, nonostante li ami lasciatemelo dire, sono superati. E poi sostituiscono di gran classe il mocassino e l’odiosa sleeper. Stanno bene sui pantaloni ma anche sugli abiti e con un po’ di tacchetto e la calza giusta, diventano iper femminili.
immagine
Deichmann
Deichmann

 

Deichmann
Deichmann

 

Primadonna
Primadonna
E ora parliamo dei tacchi.
Finalmente abbiamo quasi tutte abbandonato quegli odiosi e orribili zatteroni con plateau. Ammetto di averli amati anche io, slanciavano da morire, la gamba la facevano lunghissima e rendevano sopportabile l’altezza del tacco. Ma ad ognuna il suo plateau, così che ho iniziato a smettere di indossarli quando le scarpe nei negozi cominciarono ad alzarsi sempre di più. Siamo tornati alla normalità lo scorso anno, ma adesso direi che siamo su un’equilibrio perfetto.
Possiamo scegliere tra comodi e pratici tacchi massimo 9cm e larghi q.b. da non farci ballare come se fossimo sulle uova (retaggio anni 90?Ma certamente!), e classici stiletti fini ed eleganti che alla perfezione si sposano con punte a mandorla o leggermente allungate.
Insomma, da un lato abbiamo scarpe per outfit giornalieri e da ufficio, dall’altra una valida opzione elegante e chic.
Altra calzatura che merita, gli ankle boots. Non sono il mio genere, ma mi rendo conto che molti di loro, nella semplicità che li dovrebbe caratterizzare (ad eccezione di quelli lurexati e cinigliati), sono perfetti per un look da ufficio o per il tempo libero 🙂
Personalmente, ho lasciato il cuore sulle Reopetto con cavigliera, ma anche quelle fucsia hanno un loro perchè…
Repetto
Repetto

 

Repetto
Repetto

 

Repetto
Repetto
Repetto
Repetto
Repetto
Repetto
Repetto
Repetto

v1812vd-1013-d1

Stradivarius
Stradivarius

 

Deichmann
Deichmann
Zara
Zara
Zara
Zara
Cinti
Cinti

 

Stradivarius
Stradivarius

 

Steve Madden
Steve Madden
Steve Madden
Steve Madden
Dorothy Perkins
Dorothy Perkins

More about Melly

3 thoughts on “Scarpe 2016…mi piace!

  1. Vika

    Che belle quelle Reperto nere! Quanti miliardi costeranno? Sai dove si possono trovare oltre che on line? Grazie

    Rispondi

    1. Melly

      ciao! forse puoi trovarle presso i negozi la Rinascente, ma non sono sicura al 100%

      Rispondi

  2. Anto

    Non voglio dire una banalità, ma sono d’accordo con te ancora. Cosa importa cosa è all’ultima moda adesso? Si può avere curiosità per trarre idee e ispirazione, ma per il proprio stile personale, va bene una cosa tanto di oggi quanto degli anni 80 o ancora meglio 50, se la si trova armoniosa e si pensa stia bene.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *