Roma

Queste prime e caldissime settimane di primavera sono davvero piene di impegni per me e devo lasciare un po’ indietro il blog… Ieri sono stata a Roma per un appuntamento, una toccata e fuga purtroppo. Non ho avuto modo di visiatarla a modo, il tempo a mia disposizione è stato davvero poco e anche le foto sono state scattate con la compatta.. Ho girato un po’ per Piazza di Spagna e Piazza del Popolo, Villa Borghese, via dei Condotti e via del Babuino. Tutto meraviglioso, splendido come lo ricordavo. Da tornarci al più presto. Purtroppo sono rimasta un po’ basita dal traffico: macchine e taxi impediscono di godere al meglio delle bellezze della città, nonchè di spiaccicare i turisti XD .. forse potrei risultare antipatica ai lettori romani, ma credetemi, Firenze è milioni di volte più bella e vivibile da quando Renzi ha chiuso al traffico il centro!   Torniamo a noi.. questo caldo strano (ragazzi è il 31 marzo non il 30 aprile!) ha fatto l’effetto giusto anche a me e finalmente ho abbandonato le calze -solo di giorno- e rispolverato gli stivali chiari. Non ero preparata alla giornata romana, tanto che la sagra delle doppie punte lo dimostra in modo evidente, ho scartabellato un po’ il mio armadio e ho scelto di usare il nuovo abito color mandarino  (infondo alla pagina si vede in tutto il suo splendore!!)(a guardarlo bene è poco salmone e molto mandarino), un cardigan beige come il pizzo passamaneria che ho usato sul colletto e sulle maniche e, infine, la borsa marrone di Camomilla. Ero insicura sula borsa, non ho nulla che potesse adattarvisi alla perfezione: il marrone e il mandarino sono meravigliosi insieme, ma non è lo stesso colore degli stivali, ho una borsa salmone di Guess, ma è troppo scura; poi un bauletto di H&M color sabbia… insomma, credo di aver osato con i toni, ma tutto sommato il risultato mi è piaciuto comunque (suvvia, c’è ci va a giro vestito come un bandiera…almeno io sono rimasta sul pastello!).

More about Melly

22 thoughts on “Roma

  1. jesslan

    Che bella Roma! Ma basta stivali!! Ballerine!!

    Rispondi

    1. M.Elly

      no ancora per me è presto!! son freddolosissima! ieri c’erano più di 25° e quando ero all’ombra mi mettevo il golfino.. sono in stile nonna, ho la circolazione di una vecchietta >_<

      Rispondi

  2. The Fashion Cat

    Io gli stivali senza calze proprio non li concepisco XD
    Il vestitino e molto bello, ma è la borsa che attira tutta la mia attenzione!! *.*

    Rispondi

    1. M.Elly

      in estate sinceramente nemmeno io.. ma con 25° i miei piedi restano freddi. Pensa te che in inverno viaggio con le calze riempite di pile, 300 denari, e due paia di calzini spugnosi. Indossare un solo paio di calzini e gli stivali senza congelare per me è un traguardo… mi devo “svernare”, ci vuole tempo XD

      Rispondi

      1. jesslan

        Ahahah e abiti a Firenze! Abitassi su dalle nostre parti cosa fai??
        Concordi con FashionCat, sono contraria agli stivali senza calze, anche perché i piedi mi suderebbero all’inverosimile!

        Rispondi

        1. M.Elly

          di solito alle persone normali è così.. che posso farci :(( Pensa che in inverno non riesco mai a godermi un paio di scarpe perchè ho perennemente freddo e devo ripiegare sempre su stivali e scarponi >_< Dai, se continua così tra poco li metto via!

          Rispondi

  3. La Rockeuse

    Ma che bella sei e che bella è Roma, mi manca!

    Rispondi

    1. M.Elly

      grazie! roma è meravigliosa, devo tornarci assolutamente e girarmela il più possibile. Peccato tutto quel traffico.. e lo smog! mi si sono unti i capelli puliti di mattinata nel giro di poche ore di vento

      Rispondi

      1. La Rockeuse

        eh Napoli è anche peggio 🙁
        comunque il colore dei tuoi mi piace un sacco <3

        Rispondi

  4. eleleo

    Ma come sei carina con questo vestitino!! A me gli stivali senza collant piacciono, però devono essere a) leggeri, b) dev’essere appena primavera, non di sicuro giugno inoltrato…(ma anche solo con il clima di due giorni fà era impossibile usarli) poi le calze ci devono essere, della stessa altezza dello stivale o mi suda la gamba e si appiccica…il calzino leggero e alto invece mantieni freschi e assorbe 😛

    Rispondi

    1. M.Elly

      lo “stivale estivo” è un ossimoro bello e buono, un po’ come le open toe in inverno: roba da fie di legno. Ogni stagione ha i suoi accessori, credo che per la primavera o per uelle serate estive un po’ freschine (magari al mare, in pineta, o in campagna) lo stivale chiaro sia perfetto. Cosa importante: mai la calza velata color carne.

      Rispondi

      1. eleleo

        Sono d’accordo con tè, no la calza và messa in cotone, colorata o tinta unita a seconda di cosa si indossa…poi a me piace lasciare che si intraveda il bordino sopra, sopratutto se hanno i disegnini XD

        Rispondi

        1. M.Elly

          eh si altrimenti non ha senso!

          Rispondi

      2. jesslan

        Io non sono d’accordo! Sono per la calza daino anche in inverno! Soprattutto i gambaletti o autoreggenti se si hanno deco o ballerine scure, così si vede bene il collo del piede!

        Rispondi

        1. M.Elly

          ma in inverno non ti fa freddo con la calza velata? se no, sappi che ti invidio tantissimo!

          Rispondi

  5. Elisa Schrödinger

    che DYVA, aho! 😀 io a Roma ci vado presto, me la godrò per te! :3

    Rispondi

    1. M.Elly

      eh si… lo so :(( mi raccomando, imbagondisci roma per me

      Rispondi

  6. Roberta

    Io sono per gli stivali traforati senza calze…scrivo da Roma e anche se ormai è primavera, oggi che fa un freddo cane, andrebbero bene pure con le calze :-)comunque quel color caramello mi piace un sacco!

    Rispondi

    1. M.Elly

      oioi, fa freddo pure qui! siamo tornati in autunno!! Gli stivali leggeri senza calze li tollero fino a maggio-giugno, al massimo nelle sere d’estate in campagna o al fresco.. di giorno sono banditi assolutamente

      Rispondi

  7. Apricot | M.Elly's Blog

    […] albicocca con dettagli in pizzo beige realizzato l’anno scorso; l’avete già visto qui, ma c’è qualche cambiamento: l’ho stretto e ho accorciato l’orlo, facendolo […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *