Rinascimento vs Naskà

vestito

Un mesetto fa ero in centro a Pistoia con mia mamma e non ho resistito a dare un’occhiata alla collezione autunnale di Rinascimento, presso il mio negozio preferito. Di tutte le proposte, l’occhio mi è caduto su un modello stravisto e strareinterpretato in mille salse e colori diversi dalla ditta, ma che ci posso fare, mi piaceva così tanto! Il prezzo non era neanche poi così proibitivo, ma non potevo comunque permettermi spese folli, dato che avevo altre necessità. Ma ieri ho ceduto…..e chi mi segue su Facebook, sa già tutto…
Ieri pomeriggio, passeggiando sempre per il centro di Pistoia, da lontano i miei occhi radar, seppur senza occhiali, hanno notato quello stesso vestito, ma in un negozio diverso, una catena low cost che ho scoperto ieri essere 100% made in Toscana: Naskà.
Come potete notare, la differenza tra i due abiti è minima, solo il portafoglio ne risente positivamente: 70 euro risparmiati!
Ma torniamo alle differenze tecniche:

  1. il vestito esiste in versione sia nera che bianca, Rinascimento la propone anche bordeaux, mentre Naskà si butta sul verdone, melanzana e marroncino. A mio parere i migliori sono quelli in b/n perchè creano un forte contrasto che con il pizzo nero sulla schiena e le righe, risalta molto di più.
  2. A proposito del pizzo, in entrambi i casi, l’abito lascia, teoricamente, la schiena nuda, ma ha una fascia abbastanza alta da permetterci di coprire il reggiseno.
    Fidatevi però che questo non è sicuramente un abito estivo, perchè realizzato in poliestere e scuba 😉 Per le freddolose come me sarà perfetto con un caldo coprispalle 🙂
  3. Rinascimento offre la possibilità di scegliere le taglie, disponibili dalla XS alla XL (vi avverto, i vestiti sono elasticizzati e molto stretti, la gonna molto corta e molto ampia!); Naskà propone invece solo le taglie uniche.
  4. Il motivo in pizzo nero è uguale su entrambi i modelli, sia nel colore che nelle trame
  5. La gonna, ripeto, è molto corta e il bustino molto stretto in entrambi i modelli, ma la gonna del vestito di Naskà ha una riga nera in più, mentre quella di Rinascimento ne ha soltanto una.24_K3_0031

    Rinascimento
    Rinascimento
    Rinascimento
    Rinascimento
    Naskà
    Naskà
Naskà
Naskà

Le differenze, come vi ho dimostrato, sono pressochè nulle, quindi se siete amanti delle righe e delle gonne a palloncino come me, ma volete risparmiare qualche soldino, provate un po’ a cercare presso il punto vendita Naskà 😉
Purtroppo credo che questo appello posso farlo solo alle mie lettrici toscane, perchè mi sembra di aver capito che il brand si trova solo a Prato, Pistoia e Firenze.
So che molte di voi non approveranno la mia scelta, ma cercate di comprendere: non mi servono altri vestiti, era solo uno sfizio che avrei voluto togliermi e me lo sono tolto spendendo davvero pochissimo… non potevo certo lasciarlo al negozio! E poi questo è un blog anticrisi, dove possiamo condividere segreti e trucchi per fare shopping senza dare fondo ai nostri risparmi 😛

Se date un’occhiata al sito, forse, vi apparirà un o’ cheap (però, oh, le modelle sono donne vere!), ma non è la prima volta che compro in questo piccolo negozio e ho avuto già grandi soddisfazioni con il mio parka 🙂
L’unica pecca è che su t-shirt, golfini, cardigan, gonne e vestiti, ci sono spesso solo taglie uniche, cosa che detesto.

More about Melly

16 thoughts on “Rinascimento vs Naskà

  1. The Fashion Cat

    Il vestito è bello ma quel pizzo non mi piace! Peccato per le taglie uniche e la limitatezza territoriale comunque. .

    Rispondi

    1. M.Elly

      da quanto ho capito stanno cercando di espandersi e di comprare negozi in giro per l’Italia, almeno mettessero uno shoponline, farebbero del bene alla ditta :3

      Rispondi

  2. tea

    L’ ho visto anche dai cinesi, taglia unica, sia bianco come il tuo che nero, che ho comprato. Magari il tessuto è diverso, comunque 14€

    Rispondi

    1. M.Elly

      pagato un euro meno 😛 L’etichetta l’ho guardata, è identico, assuro O_o

      Rispondi

  3. jesslan

    Bellino ma non avrei occasione di portarlo! Le mie gite in Toscana, sebbene frequenti, sono sempre troppo brevi e in orari assurdi! Tappa a Pisa verso ora di cena e poi ripartenza…potrei proporre tappa a Pisa + sosta nanna + giro negozi del centro l’indomani! Ci starebbe, anche perché 560km sparati dopo 9h di ufficio sono la morte, ma non so se la proposta viene accettata! Prima o poi ce la faremo a vederci comunque!

    Rispondi

    1. M.Elly

      pisa merdaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! ahaahhaha no, via, è la peggiore di tutte le città, insieme a Grosseto… la brutta copia di Firenze!! Vai a Lucca tesoro, è stupenda.
      Secondo me prima o poi ce la facciamo a vederci :*

      Rispondi

      1. jesslan

        Ahahahah lui è della provincia di Grosseto e ha studiato a Pisa!

        Rispondi

        1. M.Elly

          dai, diciamo che poteva essere la più vicina Pisa, via….

          Rispondi

  4. marymakeup

    tu non ci crederai….mi piace moltissimo 🙂

    Rispondi

      1. marymakeup

        nooooooooooo io??????? Nero of course 🙂

        Rispondi

        1. M.Elly

          ahhh ecco! guarda, in realtà lo volevo nero, ma da Naskà non c’era

          Rispondi

  5. Principessa in b/w |

    […] in chiave moderna: fatto. Con questo vestito, pagato davvero due lire, trovato per caso da Naskà, mi sento come in un sogno. Amo le gonne ampie e voluminose, ormai è risaputo, e le righe, i […]

    Rispondi

  6. miss chia

    Qual è il prezzo intero del Rinascimento?

    Rispondi

    1. M.Elly

      se non erro era sugli 80, credo. Ora lo trovi scontato, ieri ho visto quello a fantasia a 40 euro

      Rispondi

  7. DANIELA

    CIA SONO DANIELA, BELLO L’ABITO, VISTO SOLO ORA SUL SITO, SAI CHE NE ABBIANO DISPONIBILI ALLA VENDITA, IO SONO DI MODENA, GRAZIE

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *