Piumini a/i 2011/2012… come salvarsi dal freddo

Dato che ieri abbiamo parlato di cappotti e non ho nessuna voglia di parlare di pellicce o eco pelicce (mi autocensuro per lo schifo che mi fanno), dedicherò questo articoli ai caldi, colorati e costosi piumini. Contrariamente a quanto scrivo di solito, la moda citata in questo post non sarà per nulla cheap, dato che un piumino buono, che riscaldi e duri nel tempo, ha un prezzo minimo di 100,120 euro. Per starevene al calduccio, riparate dal gelo, neve e pioggia, vi consiglierei di dimenticarvi di piumini “cinesi” da 50 euro, o prodotti che non sono in piuma d’oca… ma, se avetere trovato un giaccone caldo e logevo a poco prezzo, vi prego di segnalarmelo!!

Generalmente non li ho mai amati, nonostante abbia passato il periodo dei miei 15/16 anni con indosso il classico piumino bianco della Diesel, roba da tamarri, ma quanto andavano di moda… E’ un capo di abbigliamento che trovavo goffo, bruttino, ingrassante alla massima potenza. Tant’è che due anni fa ne ho avuto un bisogno impellente: la prima nevicata duratura che ha imbiancato le città toscane. Freddo, neve… un cappotto non avrebbe potuto salvarmi e così mi sono fidata di lui, il caldo piumotto blu. Non l’avrei mai detto, ma l’effetto che mi fa mi piace: sto bene, calda, comoda e non mi sento per niente un omino Michelin, anzi… Le ultime generazioni di piumini sono studiate ad arte per far si che la figura non ne soffra, riuscendo a esaltare il punto vita e a celare ciccette in eccesso.

Se diciamo “piumino”, il primo per antonomasia che ci viene in mente è… il Moncler! Meraviglioso, modaiolo, colorato e di ottima qualità ma.. a che prezzi! Lo stipendio di un operaio (poi me lo spiegate come fa la gente che guadagna 800 euro al mese  permetterselo????) e il problema è anche che è stra copiato, taroccato e marrocchinato. Conviene davvero acquistarlo?

Il secondo capo d’abbigliamento che mi viene in mente riguardo ai piumini è il “cugino”, ossia il giaccone Woolrich. Usato, usatissimo, visto e rivisto, trito e ritrito, è comunque meraviglioso, per chi può permettersi di spendere l’esosa cifra di  600,00€ (continuo a chiedermi anche in questo caso come possano permetterselo TUTTI quanti!!). E’ la cosa più calda che io abbia avuto il piacere di toccare, la stoffa morbida, di ottima qualità ed impermiabile lo rende eterno; non solo, è così bello che si adatta perfettamente ad outfit sportivi che eleganti! L’unica pecca: attenti alle piume!!!!

Oltre a questi meravigliosi, longevi ma costosissimi giacconi, le offerte sono molteplici: da Zara a Stradivarius, da Duvetica a Benetton e, per le più sportive, Colmar e Decathlon

Zara:

Stradivarius

DuveticaBenetton

ColmarDecathlon


More about Melly

10 thoughts on “Piumini a/i 2011/2012… come salvarsi dal freddo

  1. marymakeup

    Mi piacciono quelli della moncler e anche quelli della colmar, anche se preferisco i primi 🙂

    Rispondi

    1. M.Elly

      il primo moncler è carinissimo con quei bottoni e quel verde delizioso! Però preferisco il Woolrich… ne vendono a bizzeffe simili, mia cognata ne ha comprato uno da Universo sport pagandolo 130 euro ed è uguale al Woolrich che era appeso nello scaffale accanto e costava 680 euro..

      Rispondi

  2. jesslan

    Mi piace il modello del primo di Stradivarius, ma il pelo è un po’…”scaruffito”.
    I Moncler non mi piacciono: troppo lucidi! In questi colori non si nota tanto, ma quelli neri a me ricordano troppo il sacchetto dell’indifferenziata!
    I Woolrich sono caldissimi, ma vedevo quello della mia amica, che quando lo toglieva sembrava avesse lottato con uno stormo d’uccelli, soprattutto se sotto aveva uno di quei bei maglioncioni di lana che attirano bene! Ma cosa più scocciante: le piume erano anche nella mia macchina!
    Nell’inverno 2010 avevo preso un piumino lungo lungo da Zara, color sabbia, è scomodissimo per guidare perché ti senti super infagottata (nonostante la cerniera si apra anche dal basso), però è davvero caldo! Sinceramente non mi sentirei di sconsigliare le imbottiture sintetiche, perché come ti dicevo ieri, ho comprato da Conbipel un pimino corto e sottile, con imbottitura sintetica e nonostante ciò tiene caldo! Certo, non è antiproiettile, ma perché è per i primi freddi (da novembre diciamo), ma fosse stato leggermente più spesso poteva andare bene anche in pieno inverno, unica pecca: si gela in fondo schina!

    Rispondi

    1. M.Elly

      si, siii!! il woolrich fa quell’effetto terrificante che sembra tu abbia lottato con delle papare!! Comunque, ora che ci penso… è vero, consiglio di spendere un po’ di più per piumini veri, seri, per chi è freddolosa e ha bisogno di sentirsi al caldo, come me, ma il mio piumotto lingo e caldissimo mi sa che è sentitetico. Non ci ho fatto caso quando lo comprai, scontato costava 120 euro e ne avevo un disperato e immediato bisogno…

      Rispondi

      1. M.Elly

        I piumini possono essere validi e caldi anche se non hanno l’imbottitura di piuma d’oca di calvin klein e dopo il primo lavaggiio puzzava di putrito… quindi alle volte è addirittura meglio il sintetico però c’è sintetico e sintetico. Il piumino del cinese o quello da 20 euro del mercato, per quanto carino, colorato e comodo, difficilmente sarà ottimo per il freddo. Poi ci son sempre le eccezioni

        Rispondi

  3. La Rockeuse

    Odio i piumini 🙁
    anche se sono magra, mi sembra di sembrare l’omino michelin 🙁
    quindi opto sempre per il cappotto, oppure per il caban!

    baci!

    Rispondi

    1. Anna

      Vuol dire ke nn sei tanto margina allora….dai scherzoo

      Rispondi

  4. Anna

    Io ho il moncler smanicato 200€ e il colmar a mio fratello

    Rispondi

  5. Venanzio

    Io ho un moncler, un colmar ed un norvegese mariphiry o come si dice, il migliore rapporto qualità prezzo é il colmar ma come tiene caldo il moncler non esiste per me. È questo e l’importante sennò che li spendo a fare i soldi? Parlando di stare caldi meglio un giaccone da tenere per 20 anni che tanti troiai a riempire inutilmente l’armadio.

    Rispondi

    1. M.Elly

      questo senza dubbio…ma 800 euro per un piumino..boh, sarà che ne ho uno stupendo pagato 120 euro 3 anni fa che porto ancora e che mi salva da tutto il freddo del mondo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *