I miei trucchi per capelli

yyyyyyyyyyy

Carissime, in quante di voi perdono la pazienza ogni giorno davanti allo specchio alla vista dei propri capelli sciupati e opachi? Io tendo ad assumere la criniera di un pagliericcio appiccicoso, con increspature e doppie punte sparse ovunque e capelli secchi e nodosi. Una festa praticamente. Ho i capellini fini come quelli di una bimba di 4 anni e, ovvio, la tinta e il decolorante non aiuta molto a rinforzarli (a mia discolpa posso dire che mi sono tinta una volta sola, a febbraio 2012 e il colore che ho adesso è il risultato di schiariture naturali e “ritocchini” alla radice), quindi necessito di un aiuto e una protezione costate. Ho provato diversi prodotti, come molte di voi immagino, e mi sono sempre trovata davanti allo stesso prodotto da banco che ha ben poche qualità da offrirmi tra le fantomatiche che si sponsorizza. Ultimamente sto avendo però alcune soddisfazioni. Iniziamo:

1. Olio ai semi di Lino naturale al 100% de I Provenzali. Donano morbidezza e pettinabilità, soprattutto sulle punte aride e secche che mi perseguitano dall’adolescenza (prima ho passato il periodo capello grasso, valli a capire gli ormoni XD). Ne basta davvero una piccola gocciolina da distribuire sulle punte, non sul cuoio altrimenti sì che otterrete l’effetto capello sporco/unto.
Io lo applico quando ho i capelli sporchi, soprattutto se li ho precedentemente piastrati o cotonati, così che possano ritrovare lucentezza e morbidezza, faccio una coda di cavallo bassa e spruzzo una goccia sulla mano, dopodichè vado a tamponare solo le punte. lascio riposare la notte e poi mi lavo i capelli.
A volte l’ho usato direttamente a capelli puliti sulle punte, perchè erano oscene e bruciate… vi assicuro che, almeno nel mio caso, per i miei capelli è un toccasana.

2013-06-07 18.42.43

 

2. Shampoo capelli secchi, balsamo spray e maschera allo yogurt di Wally Professional
Non gli avrei dato un euro, pensavo sarebbe stata la solita sòla e invece mi sono trovata davanti a prodotti fantastici, per il prezzo che hanno (circa 3 euro alla Coop). Lo shampoo è a base delle proteine della seta e germe di grano, è leggero e fa poca schiuma, ne basta davvero poco, anche perchè è ideale per i lavaggi frequenti. Il balsamo spray lo amo, invece. Non posso farne più a meno 🙂
Ha un filtro protettore sia per i raggi UVA che per il calore eccessivo di piastra e phon e districa i nodi che è una meraviglia. Anche in questo caso, basta applicare poco prodotto nella zona più soggetta a nodi e pettinare delicatamente con un pettine a denti larghi. Non necessita di risciacquo e non appesantisce i capelli. Per questo motivo, lo uso spesso in inverno quando il vento e l’umido mi increspano la chioma.
La maschera la uso poco in realtà, tendo sempre a farla nei giorni in cui mi rendo conto che i capelli sono troppo secchi e andrebbero tagliati, oppure la applico durante un lunghissimo bagno in vasca, in modo da avere tutto il tempo che mi pare per lasciarla in posa.
Rende i capelli soffici e profumati, ovviamente potete salutare i nodi 🙂

2013-06-07 18.40.17

3. Shampoo e Balsamo NatQ Miele Millefiori per capelli fini e danneggiati
Ho comprato questi prodotti ieri, incuriosita per la nuova proposta (almeno per me!) e per il prezzo competitivo (2,75 €, sempre alla Coop) e poi ho pensato che il miele potrebbe aiutarmi a schiarire la ricrescita i capelli.
Stamani ho provato subito i due prodotti, lasciando in posa per 5 minuti lo shampo e per 15 il balsamo. Il profumo di miele è inebriante, i miei capelli sono morbidi al tatto e molto luminosi; non ho avuto molte difficoltà nel districare i nodi e tra l’altro l’asciugatura liscia a sola spazzola è venuta molto bene e molto voluminosa. Per il momento posso ritenermi soddisfatta 🙂 Avendo un tipo di capello pallosissimo, che tende a spezzarsi e a indebolirsi con nulla, vorrei evitare di andare dal parrucchiere ogni due mesi, come facevo in passato, e fare quindi in modo che la chioma possa allungare in santa pace.
Ora che arriva la bella stagione (?) metterò via piastra e phon per lasciare asciugare i capelli all’aria, senza spume o robaccia chimica varia, e vedrete come staranno bene 🙂

2013-06-07 18.42.06

2013-06-07 18.42.16

2013-06-07 18.42.28

 

Intanto ieri sera, reduce dalla creazione dell’album Hair & Beauty sulla mia pagina facebook, mi sono messa a provare un’acconciatura… fatta in 10 secondi, prima di andare a dormire: che ne dite?983607_584768384878980_579080432_n

More about Melly

26 thoughts on “I miei trucchi per capelli

  1. Vanessa Joey Arciero

    che vogliamo il tutorial dell’acconciatura!

    comunque se ne hai l’occasione prova i prodotti per alterna, della linea caviar repairX. Costano tanto, ma valgono ogni centesimo di euro…

    Rispondi

    1. M.Elly

      nella mia ignoranza non li avevo mai sentiti! Proverò con il tutorial, ovviamente a foto passo per passo 😀

      Rispondi

      1. Vanessa Joey Arciero

        Su So Fashion ne abbiamo recensiti alcuni…

        Aspetto con ansia il tutorial 🙂

        Rispondi

        1. M.Elly

          non so se ne sarò capace!!! appena trovo un poveraccio che mi fa le foto mentre mi acconcio i capelli, lo faccio volentieri!!

          Rispondi

  2. Country Rose

    Che bei prodotti, non ne avevo mai sentito parlare. Voglio anche io l’olio ai semi di lino.

    Rispondi

  3. satine89

    Sai che devi provare? Radici di Lush, è una figata anche se costa un botto! X°D

    Rispondi

      1. satine89

        L’ho recensita un mese fa, se non sbaglio! In poce parole è una maschera per capelli che dovrebbe rafforzare le radici, ma a me ha ammorbidito e idratato anche tutte le lunghezze! 😀

        Rispondi

        1. M.Elly

          :O la maschera dei miracoli!

          Rispondi

  4. alelattementa

    La wally mi ha sempre dato delle gioie! Ultimamente ho comprato l’olio tipo il tuo dell’erboristica e ha fatto miracoli, lo alterno a un siero termoattivo per lisciare i capelli e si vede la differenza! Al mare invece usai (per caso) l’olio monoi, schiarirono tanto e diventarono morbidi e profumati di cocco! 🙂

    Rispondi

    1. M.Elly

      buonoooo!!! allora lo comprerò, a breve rifaccio il colore e mi sa che in vacanza avrò un po’ di ricrescita, quindi meglio schiarire..

      Rispondi

  5. The Fashion Cat

    Anch’io uso l’olio di semi di lino dei provenzali sulle punte, ma non è che noto grandi cambiamenti.. purtroppo le doppie/triple/quadruple punte mi perseguitano, non c’è verso di debellarle..e si che non uso piastra nè faccio tinte.. mah!
    Per quanto riguarda la tua acconciatura… mmm senza offesa ma mi sa di ‘nonnina’, ti giuro XD

    Rispondi

    1. M.Elly

      no, no, nessuna offesa!!! mi sono ispirata a una cosa che ho visto e questo è il risultato in 10 secondi, magari miglioro 😀
      Per le doppie punte, per non farle nascere proprio credo ci sia bisogno di un miracolo divino, unito a integratori e fialette varie e forse, FORSE, le blocchi sul nascere.
      Cerco di proteggere i capelli che ho con questi prodotti, non noto la non nascita di doppie e triple punte, ma li sento meno ispidi

      Rispondi

  6. jesslan

    Io invece la trovo elegante l’acconciatura!
    La mia parrucchiera mi disse di non abusare con i semi di lino, perché si rischia di bruciarli. Comunque anch’io faccio parte del club delle doppie/triple/quadruple punte! Anche se da quando li ho tagliati non ne ho più viste!

    Rispondi

    1. M.Elly

      le mie tornano come una piaga..

      Rispondi

  7. valina

    doppie punte? olio di ricino! e assolutamente solo ed esclusivamente a capello bagnato! perchè l’olio è idrorepellente e se i capelli sono asciutti..e lo metti a capello asciutto…non fa passare l’acqua e fai peggio che meglio..non nutrendo il capello! io ultimamente per le punte un po’ dure sto usando il burro di karitè…l’olio ai semi di lino puzza?? perchè quello che ho io è osceno…puro olio…si può vedere l’inci della boccetta?? lo usai un estate intera! ma non mi ci si stava accanto dal puzzo di pesce rancido! ahah! ah altro suggerimento natural ultimo risciacquo con acqua e aceto! da 10! ammorbidisce chiude le squame del capello e MAI pettinare i capelli da bagnati…se non puoi farne a meno..fallo con le mani..o con il pettine a denti larghissimi!mi incuriosisce anche lo shampoo al miele e il balsamo spry!!! ma è senza risciacquo?come funziona! anche per quello si può vedere l’inci??

    Rispondi

    1. M.Elly

      Gli inci non li ho fotografati perchè ho scattato tutto con il cellulare e non ho le impostazioni per i dettagli e la massa a fuoco da vicino XD
      L’olio di semi di lino a capello bagnato mi ha portato problemi: nell’asciugatura con la spazzola l’ho sparso ovunque e ho ottenuto l’effetto capello unto.
      Avevo sentito parlare dell’acqua e aceto come ultimo risciacquo e qualche tempo fa lo provai, in effetti i capelli risultano un po’ più lucidi.
      Il balsamo spry è senza risciacquo

      Rispondi

  8. Chizza

    Siii tutorial a gran voce! 🙂 sono una nuova iscritta, passa da me se ti va! Un bacio!

    Rispondi

  9. marymakeup

    ti sta davvero bene 🙂

    Rispondi

  10. followingyourpassionsimona

    ma io non li trovo tutti questi prodotti “fighi” alla Coop!!! Oggi vado in avanscoperta e ti faccio sapere… A inci come siamo messi?
    Ottimi consigli cara!
    🙂

    Rispondi

  11. La Rockeuse

    Ti consiglio tantissimo l’olio di mandorle, lo applico sempre prima dello shampoo e nonostante tinga i capelli e li piastri da mille anni stanno sempre benino! Per il resto la pettinatura mi piace tanto!

    Rispondi

    1. M.Elly

      dove lo trovo? erboristeria?

      Rispondi

      1. La Rockeuse

        anche in farmacia! costa poco!

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *