Furla: fashion is a gelly candy!


Come ho fatto a lasciarmi sfuggire una simile bellezza, un accessorio così desiderabile e decisamente da fare invidia a molte persone?

Le Candy Bag di Furla sono colorate, in pvc e semplicemente stupende… Ma, se non avete modo di spendere 150 euro circa per comprarle, vi consiglio sempre di ripiegare sulle Kelly di Camomilla, l’effetto colore e allegria è appurato.

Appena le ho viste, ho sentito l’acquolina in bocca e ho provato un’insana voglia di masticare una caramella gommosa (nota: io odio le caramelle!!). Queste borse hanno i colori tipici dell’estate 2011, vanno dall’arancio shock al fucsia, al blu elettrico, al verde e al giallo evidenziatore. Mi danno l’idea di morbido e.. gelly. Gli abbinamenti? Niente di cui preoccuparsi, quest’anno il colore è un must e, se siete come me, apprezzerete questa botta di vita e di colore soprattutto in inverno, abbinandole a un outfit total black.. sarete un raggio di sole di una tristissima giornata uggiosa di gennaio!

Se però volete anche le scarpe adatte da abbinare, Furla ha pensato anche a questo: deliziose ballerine in gomma, infradito o scarpe con tacco  dai colori shock per far risaltare l’abbronzatura o.. semplicemente per far risaltare voi stesse!


More about Melly

8 thoughts on “Furla: fashion is a gelly candy!

  1. Chiara

    Se vendessero le Candy Bag a 5 euro forse un pensierino ce lo farei, ma dato che trovo davvero impensabile spendere di più per comprare una borsa di plastica…Passo :P.
    E le scarpe in gomma sono belle da vedere, ma secondo me sono un tripudio di vesciche e di sofferenza sudaticcia per i piedi… :P. De gustibus.
    Un bacio!
    P.s: Mooooooooolto meglio le Kelly di Camomilla 😉

    Rispondi

  2. M.Elly

    beh, sicuramente^^ Nemmeno io spenderei 150 euro per comprarmi una borsa in pvc ma se un giorno di soldi ne avessi tanti, mi piacerebbe buttarli via così (almeno mi rendo conto che un po’ buttati via sono). Riguardo alle Kelly di Camomilla, beh.. sono indubbiamente le mie preferite.. e sono felice di non aver visto nessuno nelle vicinanze indossarne una!
    Per quanto riguarda le scarpe, invece, io adoro i tacchi gialli e blu (ho un vestito dello stesso colore), ma il problema non sarebbero tanto le vesciche, per me all’ordine del giorno, quanto sicuramente il puzzo appena le togli.
    Sai come ci sguiscia bene il piede sudato….

    Bah, se avessi tanti soldi lo sfizio me lo toglierei

    Rispondi

  3. jesslan

    Quoto Chiara in tutto! Se costassero 5 euro una la prenderei, giusto per il gusto di dire che ho comprato una borsa di plastica…ma come si fa a spendere 150euro?? Eppure c’è qualcuna che lo fa! Sulle scarpe resto della mia solita idea: la plastica va bene se devi usarle per andare in piscina, nell’orto, nel fango, lavare la macchina…quando sei a contatto con acqua o fanghiglia ok, in altri casi NO!

    Rispondi

  4. M.Elly

    ahahahah è vero! ovvio che, non avendo più uno stipendio, per quanto mi riguarda le mie spese si indirizzano verso accessori e abiti più utili e versatili… e 150 euro li spenderei in un altro tipo di borsa, magari grande o a bauletto ma che possa mettere estate e inverno presenti e future. Però, ripeto, se i soldi non mi mancassero, mi piacerebbe sprecarli in un accessorio particolare, in più, come questo.

    Rispondi

  5. sanetta

    Ciao ho avuto questo bellissimo bauletto come regalo di natale da mio maritino e fino qui tutto bene però portandola con una giacca nera che mi ha tinto un borsa sapete aiutarmi su come pulirla….?
    Grazie

    Rispondi

    1. M.Elly

      no, mi dispiace! prova a sentire direttamente in un negozio monomarca o in una boutique che vende Furla…

      Rispondi

  6. Mary

    Si capisce che non ci capite niente di borse e scarpe, io ho diversi sandali marca melissa, sono in pvc col cuore a contrasto avanti e sono semplicemente meravigliose, profumate, comodissime, in una parola COOL!
    Anche il bauletto furla è semplicemente meraviglioso!

    Rispondi

    1. M.Elly

      guarda che a me piacciono…perchè non capiamo niente? e poi, a prescindere…. si tratta di gusti soggettivi, no?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *